startup
2 post(s)
venerdì 19 luglio 2024  18:59 

Cinque bandi per un valore totale di quasi cinque milioni di euro sono in arrivo per sostenere il settore della pesca e dell’acquacoltura nelle Marche. Ad illustrarli l’assessore alla Pesca Marittima Andrea Maria Antonini, impegnato in una serie di incontri iniziati oggi per concludersi domani, sabato 20 luglio. Una occasione per illustrare le opportunità offerte dal Bando Unico della Pesca, assoluta innovazione anche a livello nazionale.   

giovedì 18 luglio 2024  16:07 

La Regione Marche è virtuosa nell’avanzamento della programmazione dei fondi europei 21-27 FERS e FSE+. Lo stato dell’avanzamento dei programmi, che pone le Marche molto sopra la media nazionale tra le primissime Regioni in Italia, è stato evidenziato questa mattina come esempio virtuoso alla riunione del Comitato di sorveglianza e accompagnamento all’attuazione dei programmi 2021-27, che è la sede più ampia ed autorevole di confronto sulla politica di coesione. Qui la Ragioneria generale dello Stato ha presentato i dati di avanzamento dei programmi FESR e FSE+ e menzionato esplicitamente la Regione Marche come esempio virtuoso di avanzamento della nuova programmazione comunitaria, unica regione citata esplicitamente.

Il Rapporto di Monitoraggio sulle Politiche di coesione con l’aggiornamento dei dati di avanzamento al 30 aprile 2024 è stato infatti pubblicato nei giorni scorsi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ragioneria Generale dello Stato. Il rapporto ufficializza e conferma quanto anche il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, aveva anticipato nelle scorse settimane in relazione all’ottimo avvio della programmazione comunitaria 2021-27 e alla chiusura in sicurezza, ed in anticipo, della programmazione 2014-20.
   

mercoledì 17 luglio 2024  12:58 

“Passo dopo passo, con pragmatismo, stiamo trasformando in realtà la nostra visione di una rete di ciclovie diffuse sul territorio. Con la ciclovia del Metauro la Giunta Acquaroli, grazie all’azione dell’Assessorato alle Infrastrutture, mette a terra un’opera attesa da decenni dai cittadini e appassionati delle due ruote, regalando a Fano un’opera iconica e funzionale come il ponte strallato sul canale Albani”.
È il commento dell’Assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli in occasione della consegna dei lavori per la realizzazione dei primi 8 km della Ciclovia del Metauro che si estende interamente nel territorio del Comune di Fano, dalla SS16 fino a Cuccurano.
   

martedì 16 luglio 2024  19:27 

Gianmarco Tamberi campione mondiale e olimpico di salto in alto e portabandiera della delegazione italiana alle Olimpiadi di Parigi è il nuovo testimonial della Regione Marche. “Gimbo”, già protagonista della campagna social regionale “Fai un salto nelle Marche” negli scorsi due anni, d’ora in poi sarà volto delle future iniziative di promozione che riguardano il territorio italiano ed europeo. L’accordo con l’atleta è stato ufficializzato questo pomeriggio nella sede di Palazzo Raffaello dal presidente della Regione con delega al Turismo Francesco Acquaroli, insieme a Marco Bruschini direttore di Atim e Massimiliano Polacco delegato della Camera di Commercio delle Marche che è partner dell'iniziativa.
“Essere il testimonial delle Marche è un grandissimo onore – ha detto Tamberi concedendosi con grandi sorrisi e gentilezza ai flash dei fotografi e ai selfie -. Non vedevo l'ora onestamente: non ho mai nascosto la mia felicità di essere marchigiano, l'orgoglio che provo, l'amore per questa terra. Ho sempre detto che vorrò sempre vivere per tutta la mia vita qui in questa terra perché la adoro. Nelle Marche si respira un'aria unica. Ripeto, sarà che sono cresciuto qua, ma ogni volta che ritorno a casa mi sento tranquillo, sereno, mi piace andare a vedere il mare, mi piace andare a fare delle passeggiate sulle nostre colline e, specie quando arrivano settembre e ottobre e sono “fuori dieta”, non vedo l'ora di mangiare le olive all'ascolana e i vincisgrassi. Qui si vive bene. Il mio posto preferito nelle Marche? Sono diversi. Forse il primo che mi viene in mente è il Passetto di Ancona perché mi ricollega a tantissime cose: la serenità di cui parlavo prima, tutti gli allenamenti che ho fatto su quelle gradinate, il sudore versato per raggiungere i miei obiettivi, le passeggiate con Chiara. E’ un posto che racchiude tanto della mia vita in pochi metri quadri. Per tutti questi motivi sono contento e orgoglioso di rappresentare le Marche”.   

martedì 16 luglio 2024  12:52 

Si informa che con Decreto del Dirigente del Settore SUAM - SOGGETTO AGGREGATORE n. 174 del 03 luglio 2024 è stata avviata la procedura per l’affidamento del servizio in oggetto per un importo a base di gara è pari ad € 21.757.680,00 (euro ventunomilionisettecentocinquantasettemilamilaseicentoottanta/00 IVA esclusa).

   

martedì 16 luglio 2024  10:36 

lunedì 22 luglio 2024 alle ore 10.30 presso la sede del Dipartimento Salute - Palazzo Rossini – quinto piano - stanza del Dirigente del Settore Risorse umane e Formazione dott.ssa Federica Franchini

sorteggio pubblico dei componenti regionali delle Commissioni di concorso:

  • per n. 2 posti di Dirigente medico di Gastroenterologia
  • per n. 1 posto di Dirigente medico di Medicina Trasfusionale
  • per n. 2 posti di Dirigente medico di Ortopedia-traumatologia

indetti da AST di Pesaro Urbino

  • per n. 1 posto di Dirigente medico di Direzione medica di presidio ospedaliero (sostituzione componente supplente estratto in data 15/07/2024)  indetto da AST MACERATA 
   

lunedì 15 luglio 2024  14:29 

La giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera che dà il via libera alla redazione del Piano Regionale Straordinario per la Gestione e il Contenimento della Fauna Selvatica, comprensivo delle modalità di attuazione del decreto emanato in materia dal Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, in concerto con il Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, del 13 giugno 2023.
“Si tratta di un provvedimento - ha spiegato tra gli applausi il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ai manifestanti della Coldiretti riuniti nel piazzale di Palazzo Leopardi - atteso da moltissimo tempo che finalmente pone il contenimento della fauna selvatica come priorità del governo regionale. Come giunta abbiamo dato mandato ai nostri uffici di mettersi immediatamente al lavoro sul Piano Straordinario per l’abbattimento della Fauna Selvatica per velocizzare al massimo le procedure ed essere operativi il prima possibile: questo significa dare dignità ad un settore strategico. Gli agricoltori in passato hanno incontrato difficoltà enormi nel richiedere ed ottenere ristori a causa delle procedure esistenti, ristori che erano anche insufficienti rispetto al danno subìto; senza contare il rischio rappresentato dalla fauna selvatica e soprattutto dai cinghiali anche nei centri cittadini per persone ed automobilisti e Ancona ne è la prova. Questo piano è uno strumento che consente loro di difendersi senza rincorrere. L’agricoltura è un settore strategico per la competitività del sistema economico regionale e nazionale e dopo decenni era quantomai importante dare una risposta concreta ad un problema così sentito come dimostra anche la presenza di tanti agricoltori in questa piazza”.
“Ringrazio la giunta per aver accolto la delibera e gli agricoltori per essere stati per noi uno stimolo costruttivo e costante - ha aggiunto l’assessore all’Agricoltura Andrea Maria Antonini - . Ci mancava questo provvedimento: finalmente abbiamo gli strumenti per affrontare un problema che d’ora in avanti potrà diventare anche un’opportunità. Con Coldiretti abbiamo infatti avviato un importante progetto sulla filiera della carne di cinghiale. Stiamo provvedendo anche alla riforma degli ATC, un settore molto delicato in cui finora nessuno aveva messo mano, ma questa amministrazione sta dimostrando coraggio affrontando i problemi alla radici. Abbiamo anche modificato l’art 41 della nuova legge sulla caccia per dare più fondi per i danni causati dai cinghiali. Non solo tanta buona volontà dunque, ma soprattutto atti amministrativi concreti”.
Il piano dovrà osservare una serie di criteri specifici:
• indicazioni dettagliate per il contenimento della specie cinghiale (Sus scrofa), di particolare rilevanza e impatto;
• l'efficacia delle azioni di abbattimento e/o cattura sarà garantita anche dalla partecipazione dei proprietari e conduttori dei fondi, o di soggetti da essi delegati, con adeguata formazione e muniti di licenza per l'esercizio venatorio;
• lo svolgimento dei corsi di formazione sarà affidato alle organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative a livello nazionale;
• nel caso in cui l'ente gestore delle aree protette non si adegui al Piano Regionale, la Regione potrà prevedere il commissariamento dello stesso ente, affidando le azioni di coordinamento operativo al dirigente della struttura regionale preposta alla gestione faunistico-venatoria;
• gli adempimenti disposti per l'attuazione del Piano saranno svolti con le risorse umane, strumentali e finanziarie già previste dalla legislazione vigente;
• si specifica che gli interventi e le misure di attuazione regionale previsti dal citato Piano Straordinario non sono soggetti a valutazione ambientale strategica né a valutazione di incidenza ambientale e riguardano l'intero territorio regionale, incluse le aree protette di cui alla legge 6 dicembre 1991, n. 394.



   

lunedì 15 luglio 2024  10:38 

Si comunica che nell’ambito del progetto «1000 esperti» a valere sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza Progetto Investimento 2.2 «Task force digitalizzazione, monitoraggio e performance» della  M1C1 Subinvestimento 2.2.1 «Assistenza tecnica a livello centrale e locale del PNRR» CUP B71B21007780006 in continuità con le attività progettuali già realizzate in precedenza, sono organizzati degli incontri periodici informativi in modalità di workshop, mirati a trattare specifiche tematiche, anche in base alle questioni di maggiore criticità, sollevate durate gli incontri realizzati l’anno scorso e destinati al personale dei Dipartimenti della Regione Marche.

   

venerdì 12 luglio 2024  14:40 

“Si lavora insieme perché si ha la medesima visione rispetto ad obiettivi che come enti ed istituzioni ci siamo imposti in termini di sostegno alle imprese e al territorio con una speciale attenzione all’entroterra. Le imprese sono punti di riferimento per le comunità, perché oltre alla produzione, garantiscono posti di lavoro e favoriscono il ripopolamento delle aree interne. Gli ottimi rapporti di collaborazione con la Camera di Commercio delle Marche ed il presidente Gino Sabatini hanno portato a costruire bandi condivisi e compartecipati come quello che presentiamo oggi dedicato alle imprese. Insieme ai Sindaci e a tutti gli enti territoriali ci stiamo muovendo per portare avanti una strategia comune. Il presidente Francesco Acquaroli ha lanciato questa sfida: puntare sulla valorizzazione dell’entroterra coordinando azioni e risorse per un effetto moltiplicatore. Gli obiettivi sono quelli di rendere attrattivo il territorio, favorire la destagionalizzazione e valorizzarci come terra del benessere e della qualità della vita per cui abbiamo approvato anche una legge in consiglio regionale. Vogliamo perseguire un valore, “il benessere”, ed offrire al visitatore un modello di turismo consap

   

venerdì 12 luglio 2024  10:37 

Con Decreto del Dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale n. 483 del 10 luglio 2024 è stato approvato, in attuazione della DGR n. 1007 del 01/07/2024, il bando annualità 2024 del Pacchetto SRD01 – SRD02 Investimenti produttivi agricoli (competitività e sostenibilità).

   

giovedì 11 luglio 2024  17:23 

“Siamo al lavoro per valorizzare l’identità e i luoghi storici della nostra regione e a questo uniamo anche la sicurezza: ci sono altri 12 milioni di euro a disposizione dei nostri comuni. La chiave di volta delle politiche della giunta Acquaroli è quella di sostenere le comunità locali, chiedendo a sindaci e amministratori di garantire la qualità negli interventi e di essere pronti con progetti subito cantierabili. Qualità ‘verticale’, con altri 4 milioni di euro per la sistemazione delle mura di cinta delle nostre città, e ‘orizzontale’, con 7 milioni per interventi che garantiscano la sicurezza nella circolazione di pedoni, di amanti della bicicletta e di chi percorre le strade di competenza comunale con veicoli motorizzati. In 45 mesi siamo arrivati ad interventi, attivati grazie a risorse regionali, per 149 milioni di euro a vantaggio degli Enti Locali”.   

giovedì 11 luglio 2024  15:57 

Ben 21 atleti, già un record. Mai nella storia delle Olimpiadi e Paralimpiadi le Marche sono state rappresentate da così tanti sportivi. Non solo. Con loro tecnici, medici, fisioterapisti, direttori di gara, giornalisti e dirigenti per una delegazione di oltre 30 marchigiani pronti a partire per l’attesissimo appuntamento dei Cinque Cerchi a Parigi.
Questa mattina a salutare gran parte del gruppo a Palazzo Raffaello, a nome di tutta la regione, c’erano il presidente Francesco Acquaroli, il presidente del Coni Marche Fabio Luna, il presidente del Cip Luca Savoiardi, l’assessore allo sport Chiara Biondi e il direttore dell’Atim Marco Bruschini. A coordinare l’evento il giornalista Andrea Carloni che nell’occasione ha presentato il 4° volume delle Marche a Cinque Cerchi Tokio 2022 – Pechino 2022.
“E’ con grande soddisfazione e orgoglio che salutiamo la nostra delegazione in partenza per Parigi – ha detto il presidente Acquaroli –. Ringraziamo il Coni e il Cip per questa bella iniziativa. Non nascondo anche una certa emozione di fronte a tanti campioni affermati e a tanti giovani che si si impegnano al massimo con serietà e rigore per realizzare un sogno. Siamo entusiasti di questi ragazzi e consapevoli che la nostra è una regione che sta crescendo tantissimo nello sport grazie anche agli sforzi fatti dalle società sportive e dalle amministrazioni locali che hanno investito sulle infrastrutture. Penso che questo risultato sia anche la dimostrazione del ruolo che possono avere sui territori le pubbliche amministrazioni che si impegnano efficacemente per le infrastrutture sportive , in un gioco di squadra in cui dimostriamo di saper ottenere ottimi riscontri. Tutti questi giovani sono per noi dei testimonial, ognuno racconta un pezzo della nostra regione e resta affezionato alla nostra terra. Il fatto che siano orgogliosi di essere marchigiani è una prova di quanto le Marche siano speciali”.